Grafica raffigurante un diagramma di Venn con loghi come Flutter e Fastline, al centro l'icona di una persona.

Continuous Delivery

La continuous delivery è un’approccio nell’ingegneria del software che consente appunto di consegnare al cliente o a determinati destinatari continui aggiornamenti dell’applicazione che si sta sviluppando.

Procedura sicuramente molto vantaggiosa in quanto da modo al cliente di avere sottomano sempre l’ultima release dell’applicazione da visionare e testare.

Questo approccio porta un vantaggio oltre che per il cliente, anche per gli sviluppatori che lavorano al prodotto, in quanto come vedremo gli strumenti che vengono forniti consentono di automatizzare alcune tediose e ripetitive procedure che andrebbero svolte durante la pubblicazione.
Inoltre l’integrazione di una procedura automatizzata di continuous integration consente di ridurre al minimo il margine di errore in fase di pubblicazione sugli store.

Qualsiasi tipologia di software, a parte alcune eccezioni che non ne hanno bisogno, possono utilizzare la continuous delivery per la pubblicazione delle applicazioni.
Spesso e volentieri il sistema di continuous delivery viene integrato con un sistema di continuous integration, che permette di automatizzare maggiormente l’intera procedura.

In questo specifico caso andremo ad analizzare l’integrazione di Fastlane come sistema di continuous delivery in Flutter.

Fastlane è un’ottimo tool che ci consente di automatizzare la procedura di continuous delivery per la nostra applicazione e inoltre si integra bene con sistemi di continuous integration come per esempio Jenkins.

Una volta installato è necessario configurare fastlane per ogni sistema operativo implementato, generalmente andremo a creare i file di configurazione necessari per i sistemi operativi Android e iOS.

Ora è possibile automatizzare diversi processi come per esempio la firma delle applicazioni, altrimenti detta signature.

Inoltre è possibile automatizzare la procedura di generazione degli screenshot con anche la possibilità di decidere se incorniciare gli screenshot in un frame.

Se configurato a dovere tramite l’ausilio degli UI Test è possibile catturare gli screenshot per una vasta gamma di dispositivi in maniera completamente automatica.

Gli screenshot verranno automaticamente caricati sullo store, con un considerevole risparmio di tempo e con una riduzione al minimo degli errori durante la generazione delle immagini, che verranno generate nel formato corretto per essere accolte nel Google Play Store e nell’Apple Store.

Altro vantaggio molto importante è la possibilità di poter configurare diverse linee di pubblicazione.
Questo consente di creare una suddivisione ben definita tra l’ambiente di sviluppo e l’ambiente di produzione.
Evitando grossolani errori di pubblicazione.

Fastlane è uno strumento molto potente che ci consente di portare all’interno del nostro prodotto un’approccio innovativo e automatizzato.
Per poter implementare a dovere un sistema di continuous integration come Fastlane è necessario avere buone conoscenze dei sistemi operativi, del codice nativo dei relativi sistemi operativi Android e iOS, oltre che conoscenze di implementazione di UI Test.

Share:

This post has no Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *