Le start-up vittime dei cybercriminali

Il web apre milioni di possibilità di guadagno e anche a pericoli e problemi di cybersecurity per le piccole e medie startup. Oggi, infatti, è possibile raggiungere un pubblico potenziale infinito, vi è la possibilità di arrivare ovunque nel mondo diversificando la propria offerta tra:

  • App.
  • Siti web.
  • Blog.
  • Comunicazione Social Brand.
  • Realtà aumentata.

E molto altro. Questo però ha aperto le porte anche ai grandi gruppi di cybercriminali la cui mira si è spostata dal singolo individuo alle aziende.

Oggi gli hacker prendono di mira le giovani startup piuttosto che i privati ed è bene conoscere come salvaguardare i propri dati. Inoltre è importante sapere cosa vuol dire per una piccola azienda prendersi cura della propria sicurezza informatica.

Le minacce informatiche si evolvono rapidamente, si perfezionano ogni anno e ogni azienda connessa in rete può divenire una possibile vittima di questi attacchi e violazioni dei dati.

Proprio per questo si prevede che entro il 2022, ovvero entro il prossimo anno, la spesa mondiale per le soluzioni di sicurezza informatica arriverà a una cifra che si prevede raggiungerà i 134 miliardi di dollari complessivi.

Tutti i governi del mondo si stanno adoperando al fine di rendere sicura la navigazione per gli utenti finali, per le giovani startup e per le PMI di tutte le dimensioni.

Cosa è la cybersecurity?

La cybersecurity è un concetto ombrello che prende in esame tutte le operazioni da mettere in atto per salvaguardare su internet la sicurezza dei dati trasmessi, qualsiasi essi siano.

Quando si parla di cybersecurity in rapporto alle aziende si parla quindi di sicurezza delle applicazioni. Queste devono essere protette per avere software sempre sicuri e proteggere i dispositivi che le utilizzano dalle intrusioni esterne. In questo caso rivolgersi a dei professionisti del mestiere vuol dire iniziare sin dalla progettazione ad avere una sicurezza informatica efficace.

Oltre a questo vi è anche una sicurezza detta di rete che consiste nella difesa, quanto più possibile efficace, delle reti informatiche di aziende e privati dagli attacchi di hacker mirati o di malware di tipo opportunistico.

Un’efficace cybersecurity prende in esame quindi la sicurezza delle informazioni trasmesse e l’integrità della privacy. Nello stesso tempo deve includere determinati processi di gestione e protezione degli asset di dati comprendendo autorizzazioni e un livello di protezione sempre più ampio e diversificato.

Infine quando si parla di cybersecurity si parla anche di come aziende e sviluppatori di app rispondono a incidenti informatici.

Solo i veri professionisti possono assicurare una business continuity efficace, in maniera da operare con risorse che ancora devono essere ripristinate dando comunque l’opportunità agli utenti finali di utilizzare risorse di rete e app. 

Avere protocolli di disaster recovery capaci di ripristinare le operazioni tipiche di una app, di una intranet aziendale o di un sito web è di fondamentale importanza.

Quali sono le principali minacce?

Le operazioni di cybersecurity per le startup devono prevedere il contrasto a tre diversi tipi di minacce. Ad esempio, il cyberterrorismo che mira a colpire la sicurezza dei sistemi elettronici in una determinata area al fine di suscitare paura e panico.

I cyberattacchi hanno, invece, lo scopo di raccogliere informazioni per finalità politiche e operazioni di cybercrimine. Questi sono gli attacchi più frequenti contro le piccole start up, poiché hanno come finalità un ritorno di tipo economico.

Conclusione

Solo pianificando in anticipo tramite l’ausilio di professionisti e solo giocando in anticipo sarà possibile proteggere dati, informazioni, transazioni finanziarie e utilizzo di app e sistemi informatici.

Proteggere il proprio business contro attacchi di tipo informatico deve essere una priorità di qualsiasi imprenditore e di qualsiasi start up che decida di competere nel mercato di internet.

I dati del rapporto 2021 sugli attacchi informatici in Italia parla chiaro e ci dice di un mondo con infinite possibilità di guadagno ed espansione ma che deve essere perfezionato e protetto.

This post has no Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *